Image

Incantevole Lady Musgrave

dsc00182

Abbiamo navigato per due giorni e due notti con una breve sosta a Keppel Island per raggiungere Lady Musgrave, una fantastica isoletta a forma di cuore allungato, circondata dalla barriera corallina che fa parte del gruppo delle Capricorn Bunker.

Quest’isola sembra il classico atollo dei naufraghi: la spiaggia di sabbia bianchissima arricchita da pezzetti di corallo ne compone il perimetro, le acque cristalline toccano le diverse gradazioni di turchese, ed al tramonto con la bassa marea emerge tutta la micro-fauna marina. All’interno invece si estende una ricca vegetazione, il bosco è popolato da elegantissimi uccelli neri dalla testina bianca, le sterne, che in questa stagione sono in fase di corteggiamento e son quindi molto rumorose ed agitate. Questa razza scava dei cunicoli nel terreno per fare il nido… fa un certo effetto vederli tutti per terra tra le foglie secche, e verso sera i loro lamenti sono al quanto inquietanti, sembrava di stare nel film “Uccelli” di Hitchcock.

A Lady Musgrave, come nella maggior parte delle isole australiane non ci sono né abitanti né alloggi, ma è consentito il campeggio libero per un massimo di 50 persone. Un traghetto fa la spola dalla terra ferma, precisamente da Bundaberg qualche giorno a settimana (circa 3 ore di navigazione) quindi si puó soggiornare in tenda portando ovviamente anche acqua e viveri… perché se come me fraintendete che si possa trovare qualcosa sull’isola, siete fritti!! Non so come o quando ma mi ero messa in testa che ci fosse un resort, e ahimé mi ero giá fatta il palato per un gelato o almeno una bibita fresca; dato in media per tre settimane non tocchiamo la terra ferma e se avete letto gli altri miei articoli ricorderete che a bordo del catamarano non abbiamo il frigo, ci cibiamo di pesce e riso… e a colazione porridge (no comment) speravo in qualche golosità. Ok per stavolta niente gelato, ma in compenso oltre ad aver avvistato i soliti squali e tartarughe (siamo degli habitué) abbiamo nuotato con le mante. Ehm ma lo sapete quanto sono grandi? Nelle altre isole avevo visto le razze, quelle grandi saran state circa un metro, ma le mante sono grandi come un tappeto persiano del soggiorno di una famiglia benestante, impressionanti! Appena mi sono immersa dal gommone me ne sono trovata di fronte due, con sta bocca bianca enorme e delle robe laterali che pendono… vi giuro che col riflesso del sole sembrava una specie di astronave.

Eh già, che fantastica esperienza. Lady Musgrave che posto incantevole! Non perdetevi il video prossimamente su Sailing Into Freedom.

Stefi

We sailed for two days and two nights with a brief stop at Keppel Island to reach Lady Musgrave, a fantastic heart-shaped island, surrounded by coral reefs, part of the Capricorn Bunker Group.

This island seems the castaways atoll: the white sand beach enriched with coral pieces forms the perimeter, the crystal clear waters touching the different shades of turquoise, and at sunset at low tide the micro-fauna emerges. Inland the rich vegetation is populated by elegant white head black birds, terns, who in this season are in the process of courtship and are therefore very noisy and agitated. This breed digs burrows into the soil to make nests, they all lay down on the ground between the fallen leaves, and at nignt their mournful wails are quite eerie, like in an Hitchcock movie.

In Lady Musgrave, as in most of Australia’s islands there are neither residents nor accommodations, but is allowed free camping for a maximunm of 50 persons. There is a ferry connection from the mainland, excatly Bundaberg, few days a week (about 3 hours of travel) In addition to the tent, don’t forget to bring food and water … because if you misunderstand like me that there are facilities you will be in big troubles!! I do not know how or when, but I made up my mind that there was a resort, and I had already prepare the palate for an ice cream or a cold drink … since we sail for an average of 3 weeks without stopping on mainland and if you read my other articles you will remember that we do not have on-board a refrigerator and we eat fish and rice … and breakfast porridge (no comment), you can understand why I would like to taste something different.

Ok no ice cream this time, but in return we swam with manta rays. Do you know how big they are? In the other islands I had seen some sting rays, the big ones were about one meter, but the mantas are as big as a Persian carpet in the living room of a rich family, awesome! As soon as I dive I found myself in front of two of them, with their open huge white mouth and those hanging stuffs on both side… I swear that with the reflection of the sun looked like a spaceship.

Yep, what an amazing experience. Lovely Lady Musgrave, don’t miss the video on Sailing Into Freedom

Stefi

dsc00297

14615569_1856143394607060_6313457455014672060_o

immaginedsc00173

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s